ANGEL’S TEARS -quello che non ho capito della vita-

 
La verità è che la vita non ha senso.
E noi passiamo ogni giorno che ci è dato fingendo che non sia così.
Forse perchè sarebbe impossibile vivere con questa consapevolezza,
sarebbe impossibile costruire,creare,progettare
credere nel futuro,
credere in qualsiasi cosa.
In situazioni simili mi sono convinta che non siamo diversi dagli animali,
dalle piante,da tutti gli altri esseri viventi.
Nasciamo,
Cresciamo,
Ci riproduciamo e…
Moriamo.
Lo penso anche oggi,con gli occhi fissi nel vuoto.
Non riesco a guardare dritto negli occhi nessuno,non so cosa dire.
i pensieri si ghiacciano appena fuori dall'anima.
E qualsiasi parola sarebbe inutile
inutile,
banale in un mare di altre parole di circostanza.
In questa sala solo
gemiti strazzianti e soffocati dalle mani,
volti segnati dalle notti insonni,dal dolore,dalle lacrime.
Nessuna preghiera.
Solo la morte che aleggia gelida.
I vivi sono solo ombre quì.
E. è vestita di nero,
i capelli arruffati,pregni di sangue.
E ha il viso sformato,gonfio
segnato dal sangue e dalle ferite.
Il collo spezzato ha perso sangue fino a ieri.
E i suoi figli l'hanno vista così.
Di E. ricordo la risata,la dolcezza,lo sguardo caldo e sereno.
E mi sembra impossibile.
La moto sbanda;lei non fa in tempo a capire che questo.
O forse il millesimo di secondo prima di morire dura un'eternità.
Gli occhi di E. si chiudono per non riaprirsi,mai più.
Altri occhi,quelli di suo marito L. alla guida della moto si schiudono,
il dolore alla gamba e al braccio è insopportabile.
Mentre lo portano via in ambulanza la scorge sull'asfalto e grida.
Grida perchè non vuole la portino via.
Non è morta.
Non è morta
non è morta.
L. ha la mia età,è il suo primo figlio.
Gli occhi stanchi e offuscati,i passi lenti,i mezzi sorrisi a chi gli fa le condoglianze.
S. ha solo vent'anni.
Suo fratello la abbraccia e le sussurra "ce la faremo,ce la faremo,vedrai"
E intanto mia madre silenziosamente piange,
una mano sulla pancia su quel quinto figlio che le ha sconvolto la vita all'età di 44 anni,gli anni di E.
La sua immagine accanto a quella di mia nonna morta due anni fa,ferita inrisanabile.
La vita,la morte.
Terribile come da un giorno all'altro tutto inizi,
tutto finisca.
Un cuore inizia a battere,
un'altro smette di farlo.
Addio E.
Addio.
Solo questo.

Moon

ANGEL’S TEARS -quello che non ho capito della vita-ultima modifica: 2006-08-02T00:03:22+02:00da moonfairy@v
Reposta per primo quest’articolo

17 pensieri su “ANGEL’S TEARS -quello che non ho capito della vita-

Lascia un commento